Home Blog La terza fase del funnel marketing: conversione

La terza fase del funnel marketing: conversione

di Micaela

Il funnel marketing è un modello che applicato alla comunicazione digitale sui social media, può aumentare notevolmente, la notorietà, le conversioni e la fidelizzazione dei clienti.

I risultati sono tangibili, ma per garantire che ogni fase sia il più efficace possibile, è necessaria una costante analisi e ottimizzazione.

Quando integriamo le fasi del funnel marketing nella pianificazione dei contenuti per i social media, otteniamo una guida precisa su quale tipo di contenuto produrre, dato che per ogni fase esistono strategie e formati di contenuto specificamente consigliati per il raggiungimento degli obiettivi in termini di consapevolezza, considerazione, vendita e fidelizzazione.

La fase di conversione è quella in cui finalizziamo la vendita del prodotto o servizio e fidelizziamo il cliente.

obiettivi della fase di conversione

Decisione e Azione

Arrivati a questo punto del funnel, i potenziali clienti hanno acquisito una buona conoscenza del tuo prodotto o servizio e stanno considerando seriamente l’acquisto. La fase di decisione e azione è critica: qui si converte l’interesse in un impegno concreto.

quali contenuti creare per questa fase

Durante la fase di conversione, l’obiettivo principale è spingere i potenziali clienti a compiere l’ultimo passo, verso l’acquisto attraverso:

  • chiamate all’azione (CTA) efficaci: le CTA devono essere chiare, convincenti e visibili. Nei tuoi post e nelle pagine di destinazione, usa CTA che spingono all’azione immediata, come “Acquista ora”, “Iscriviti oggi” o “Inizia la tua prova gratuita”. Assicurati che queste CTA siano accompagnate da messaggi che evidenziano il valore immediato che il cliente riceverà.
  • Retargeting: Attraverso il retargeting puoi raggiungere coloro che hanno mostrato interesse, ma non hanno ancora compiuto l’acquisto. Usa annunci su Facebook o Google che richiamano gli utenti a tornare sul tuo sito, magari offrendo un incentivo addizionale.
  • Contenuti BoFu (fondo del funnel): sono post sui social che invitano all’azione. Questo include dimostrazioni del prodotto, testimonianze e case study. Utilizza formati come video brevi o caroselli che espongono chiaramente i benefici finali.

KPI da monitorare

Per misurare l’efficacia di questa fase, considera:

  • Tasso di conversione: Quante delle persone che raggiungono questa fase effettuano un acquisto o compiono l’azione desiderata?
  • Valore medio dell’ordine (AOV): Qual è il valore medio degli acquisti effettuati? Strategie efficaci in questa fase possono aumentare non solo la frequenza ma anche il valore degli acquisti.
  • Costo per Acquisizione (CPA): Quanto ti costa convertire un lead in cliente? Monitorare il CPA ti aiuterà a ottimizzare la spesa pubblicitaria e il ritorno sull’investimento.
  • Fedeltà del cliente: I clienti convertiti in questa fase tornano per acquisti ripetuti? Un cliente che ritorna è un segnale di un funnel efficace.

Strumenti come piattaforme di analisi del commercio elettronico, sistemi CRM e piattaforme di automazione del marketing possono fornire queste metriche e aiutarti a comprendere il comportamento post-acquisto dei clienti.

Conclusione della Fase di Decisione e Azione:

Nel marketing tradizionale, l’imbuto di vendita si conclude solitamente con la fase di azione, dove si effettua la vendita o si converte un lead in cliente. 

Tuttavia, nel marketing moderno, c’è una fase critica che segue la conversione: la Fidelizzazione e l’Espansione (Loyalty & Expansion). Questa fase è fondamentale per massimizzare il valore del cliente nel tempo e stimolare la crescita organica attraverso il passaparola.

Fidelizzazione e Espansione

Dopo la conversione, il focus si sposta sul mantenere i clienti e incoraggiarli a tornare per ulteriori acquisti o a raccomandare i tuoi prodotti o servizi ad altri.

Supporto Post-Vendita: Fornire un eccellente servizio clienti dopo l’acquisto è vitale per mantenere i clienti soddisfatti e pronti a parlare positivamente del tuo brand. Assicurati di avere una forte presenza sui social media e un servizio clienti reattivo e disponibile.

Marketing di Contenuto Orientato al Valore: Continua a fornire valore ai tuoi clienti anche dopo l’acquisto con contenuti che li aiutino a ottenere il massimo dal prodotto o servizio acquistato. Questo può includere guide all’uso, suggerimenti e trucchi, e contenuti che ispirino ulteriori modi per utilizzare il prodotto.

Sondaggi e Feedback: Incoraggia i feedback dei clienti tramite sondaggi o richieste dirette sui social media. Questo non solo ti fornirà dati preziosi per migliorare, ma farà anche sentire i clienti parte del processo evolutivo del tuo brand.

In questa fase post-acquisto, il focus è su come mantenere una relazione forte con il cliente. La fidelizzazione non è solo una questione di massimizzare le vendite ripetute, ma di creare un’esperienza cliente tale che trasformi i clienti in ambasciatori del tuo brand. Una forte strategia di contenuto, unita a un’esperienza post-vendita eccellente, può fare la differenza tra un cliente una tantum e un sostenitore a vita.

In definitiva, il funnel marketing non termina con la vendita. La vera crescita è alimentata dalla capacità di mantenere quei clienti e di trasformarli in promotori attivi del tuo brand.

errori da evitare

Per massimizzare l’efficacia della fase di conversione nel tuo funnel di vendita sui social media, è cruciale evitare alcuni errori comuni che possono compromettere il successo delle tue campagne.

Ecco cinque esempi di errori da evitare:

  • Non affrontare la fase di conversione: un errore significativo è procrastinare o evitare del tutto la fase di conversione. Questo accade quando si continua a nutrire l’audience con contenuti informativi, senza mai fare il passo verso l’offerta concreta.
  • Passare troppo velocemente alla conversione: al contrario, spingere i follower troppo velocemente verso la conversione, senza averli adeguatamente guidati attraverso la fase di considerazione, può risultare controproducente. Le persone hanno bisogno di tempo per valutare e fidarsi del tuo brand prima di compiere un acquisto.

 

  • Creare contenuti inadeguati a questa fase: non dedicare attenzione alla creazione di contenuti specificamente progettati per attrarre e catturare l’attenzione del tuo pubblico target può ridurre le tue possibilità di conversione. È essenziale mostrare chiaramente i benefici del tuo prodotto o servizio.
  • Mancanza di una strategia di vendita programmata: non avere una strategia di vendita chiara e ben pianificata fin dall’inizio è un grosso errore. Questo include non avere obiettivi chiari, non conoscere il tuo pubblico target, o non avere un piano per guidare i potenziali clienti attraverso il funnel fino alla conversione.
  • Trascurare le chiamate all’azione (CTA): Ogni post, annuncio o contenuto destinato a promuovere la conversione deve includere una CTA chiara e convincente. Senza di essa, anche il pubblico più interessato potrebbe non sapere come procedere per acquistare il tuo prodotto o servizio.

Evitare questi errori ti permetterà di costruire una strategia di comunicazione sui social network più efficace, capace di trasformare i follower in clienti, massimizzando così l’efficacia della tua fase di conversione.

In questa fase finale del funnel marketing, il focus si sposta dal fornire informazioni all'incoraggiare una decisione definitiva. Ogni elemento, dal contenuto al design del sito, deve essere ottimizzato per guidare l'utente verso l'azione. Monitora attentamente le performance e continua a testare differenti approcci per massimizzare il tasso di conversione. Ricorda, la chiave è creare un senso di urgenza e facilitare il processo di acquisto il più possibile.

Micaela Petrilli
Petali Digitali - Strategie e Comunicazione

ti potrebbe interessare...